Quali sono, a cosa servono e come usare i diversi tipi di pennelli da trucco

Pennelli da trucco: è arrivata l’ora di fare chiarezza! La difficoltà riscontrata nel destreggiarvi tra i vari tipi di pennelli in circolazione fa spesso in modo che tutta la vostra sapienza in fatto di make up decada magicamente in un solo istante! Saranno sicuramente stupendi i kit che li contengono, fanno per così dire “scena”, ma capita spesso che vengano lasciati al loro destino, che li teniate lì per bellezza,perdendo di vista la reale funzione di ognuno di essi. Vediamo insieme di fare in modo che diventino, con questa semplice guida, protagonisti delle vostre realizzazioni di make up perfetti, non dimenticando che il connubio mani/pennelli rimane una regola d’oro: determinati prodotti hanno bisogno del contatto diretto con i vostri polpastrelli per rendere al meglio! Prima di iniziare con la carrellata che vi mostra quali sono, a cosa servono e come vanno usati i diversi pennelli, vi do due preziosi suggerimenti validi indistintamente per tutti.

1 Pulite sempre i vostri pennelli dopo l’utilizzo. Non è una cosa così impegnativa se badate al fatto che basta compiere questo gesto anche al volo, servendovi di un pezzo di carta e di un po’ di alcol, che si asciuga in pochi secondi. Anche se non sembra, infatti, le setole continuano sempre a rilasciare un poco del colore precedente se non perfettamente messe a nuovo.

2 Il pennello non va impugnato come se fosse una penna, troppo saldamente e vicino all’attaccatura delle setole, perché il tratto risulterebbe troppo netto e duro. La regola generale consiste nel tenerlo verso la fine, in modo che la mano sia libera e il tratto delicato. Non vi risulterà complicato: è la stessa cosa che avete appreso dal bon ton giapponese per impugnare le vostre adorate bacchette per gustare il vostro adorato sushi, non è così?!

I pennelli:

Descrizione: Serve a stendere il fondotinta liquido. Solitamente è in setole sintetiche, piatto, con punta rettangolare o tonda. Un buon pennello da fondotinta ha le setole compatte per permettere una perfetta applicazione del fondotinta senza lasciare delle antiestetiche righine sul viso. 

Consiglio: Applicate il prodotto sul viso e poi stendetelo con il pennello per sprecarne di meno e ottenere un risultato più naturale. Inoltre, dato il suo continuo contatto con il viso, va lavato ogni 2-3 giorni.

Descrizione: Simile al pennello da fondotinta, ha anch’esso setole sintetiche e compatte che permettono l’applicazione del correttore o di prodotti in crema, come gli ombretti realizzati in questa texture. Mentre la forma ricorda quella del pennello da fondotinta, la dimensione è, invece, molto più piccola. 

Consiglio: A seconda della grandezza può essere usato, se più piccolo, per coprire imperfezioni evidenti come i brufoli, oppure, se più grande, per lavorare sulle occhiaie utilizzando diverse tonalità e per illuminare i punti che lo richiedono.

Descrizione: Si tratta di un pennello molto grande e morbido. A seconda della compattezza delle setole, la stesura della cipria sarà più o meno uniforme su tutto il viso. Può essere utilizzato, in generale, per qualsiasi tipo di polvere per il viso.

Consiglio: E’ un pennello molto utile, soprattutto se lo si utilizza, oltre che per la cipria, anche per il blush o la terra. Un pennello del genere non dovrebbe mai mancare nel vostro beauty, anche perché, a differenza di fondotinta e correttore, i prodotti che aiuta ad applicare non potrebbero prevedere in alternativa solo l’utilizzo delle mani.

  • Kabuki

Descrizione: Davvero adorabile è la forma di questo particolare pennello dal manico molto corto e ampio, setole morbide e avvolgenti. Il suo utilizzo è, però, esclusivamente finalizzato all’applicazione del fondotinta in polveri minerali, notoriamente finissime. Maggiore è la grandezza di questo pennello e maggiore sarà l’area d’applicazione del fondotinta sul viso (con conseguente risparmio di tempo). L’applicazione del fondotinta minerale avviene con movimenti continui e circolatori sul viso per un risultato omogeneo e uniforme. 

Consiglio: Questo è un pennello indispensabile se si utilizza il fondotinta minerale. Una volta acquistato, però, può essere utilizzato anche per l’applicazione della cipria. Se siete affezionate ai prodotti liquidi o compatti questa tipologia di pennello non fa al caso vostro.

Descrizione: Molto simile a quello da cipria, ma generalmente più piccolo è il pennello da blush. E’ possibile trovarne sia con la punta tonda che angolata. Può essere utilizzato per fard, terre, illuminanti e, volendo, anche per la cipria stessa (soprattutto se il pennello ha la punta tonda).

Consiglio: E’ necessario battere leggermente il pennello o passarlo sul dorso della mano per togliere l’eccesso di prodotto prima di applicarlo sul viso. Otterrete un effetto più omogeneo e una sfumatura migliore.

  • Pennello sopracciglia

Descrizione: Si tratta di un pennello piccolo, dalla punta angolata. È ideale per ridisegnare le proprie sopracciglia, ma, data la forma che ricorda molto il pennello da eyeliner, può essere utilizzato anche per l’applicazione della linea che contorna gli occhi. Il pennello per le sopracciglia ha setole sintetiche o naturali, fitte e rigide.

Consiglio: Può servire a sia a delineare la forma che a riempire solamente le zone più rade delle vostre sopracciglia.

Descrizione: Questo è il pennello che tutte voi avete nel vostro beauty, il più familiare e utilizzato. Ne esistono di diversi tipi e dimensioni. Serve fondamentalmente ad applicare l’ombretto su tutto l’occhio o solo sulla palpebra mobile. Le setole sono corte, piene e dalla forma piatta. 

Consiglio: Per questo pennello vale la stessa regola segnalata per quello da blush. Avendo la funzione di applicare prodotti in polvere, deve essere prima battuto per togliere l’eccesso. Il suggerimento consiste nel tenerlo presente anche per sfumare leggermente le matite.

  • Pennello da sfumatura (blending brush)

Descrizione: Da non confondere con quello precedente, questo pennello ha a che fare con gli ombretti, sì, ma con quelli già applicati. Molto morbido, solitamente in setole naturali non troppo fitte e con la punta tonda, serve soltanto a sfumare l’ombretto e a creare look stile smokey. Il suo uso più comune è sulla piega dell’occhio, per eliminare linee troppo decise degli smokey eyes.

Consiglio: Il pennello da sfumatura, per chi decide di truccarsi con i pennelli, è un vero e proprio must have. Consente di creare sfumature impossibili da replicare con le dita o con le spugnette!

Descrizione: Si tratta di un pennello piccolo, solitamente in setole sintetiche. Permette l’applicazione dell’eyeliner in gel. A seconda della dimensione e della forma, permette dei lavori più o meno precisi sull’occhio.

Consiglio: E’ un pennello indispensabile nel caso utilizziate l’eyeliner in crema. Se, invece, siete fedeli all’uso degli eyeliner liquidi, questo pennello può non essere acquistato.

Descrizione: Dalle setole sintetiche, sottili e compatte, il pennello labbra permette l’applicazione di prodotti cremosi come il gloss e i rossetti. La scelta di questo pennello è molto varia e soggettiva: può essere, infatti, rigido o morbido, con una punta finissima oppure piatta, in setole naturali oppure no. Come sceglierlo? Provando, perché dipende tutto dalla vostra mano.

Consiglio: Probabilmente si tratta di uno dei pennelli meno utilizzati, in quanto sarete solite stendere il rossetto direttamente dal suo applicatore incorporato e il gloss utilizzando direttamente l’applicatore disponibile nella confezione che lo contiene. Eppure, può risultare un pennello molto utile quando applicate rossetti molto scuri (rossi, marroni o viola) che richiedono una maggiore precisione e una notevole attenzione per definire il contorno delle labbra. È utile anche nel caso in cui decidiate di acquistare un gloss sprovvisto di applicatore in spugna. 

leave a Comment